giovedì, 23 ottobre 8℃

Camusso alla festa bresciana della Cgil: dure critiche al governo Monti

Il leader Cgil, incontrando i giornalisti, ha parlato dell'emergenza degli esodati e della riforma del mercato del lavoro "che non solo non crea dei posti di lavoro ma rende anche più difficile attraversare la crisi"

redazione 8 giugno 2012

Susanna Camusso, all'inaugurazione della festa bresciana della Cgil, ha incontrato i giornalisti per parlare dell'attuale situazione economica in cui versa il paese, e delle "riforme" adottate per combattere la crisi.

"Va risolto il tema di coloro che sono stati lasciati in mezzo alla strada da una riforma delle pensioni fatta senza norme di salvaguardia", ha dichiarato sul tema degli esodati, "noi non ci rassegniamo al fatto che il nostro Paese abbia una riforma delle pensioni che non si misura con il tema della qualità del lavoro e delle sue difficoltà" ha aggiunto, ricordando come i temi pensioni e lavoro siano strettamente legati.

- Camusso alla festa bresciana della Cgil: "Sisma nel Mantovano? Formigoni pensa ad altro"

"La riforma del mercato del lavoro non solo non crea dei posti di lavoro - ha aggiunto -, ma fatta così sul piano degli ammortizzatori ci rende più difficile attraversare questa stagione di crisi. Sul piano dell'ingresso si è fatto troppo poco per una riduzione della precarietà, per questi bisogna modificarla".

"Penso che il presidente del Consiglio dovrebbe domandarsi come mai sempre più persone pensano che le politiche che vengono fatte non sono politiche utili per il Paese", ha poi concluso rispondendo a chi le aveva chiesto un commento sulle dichiarazioni del presidente del Consiglio Mario Monti, il quale ha affermato che il governo avrebbe perso "l'appoggio dei poteri forti".

Annuncio promozionale

Susanna Camusso
susanna camusso

Commenti