"Leonessa addio": sono bresciani i veri migranti, ogni anno se ne vanno in 4mila

Quasi ottomila in più in soli due anni: tanti sono i bresciani (soprattutto giovani) che hanno deciso di lasciare la città e la provincia per andare a vivere all'estero

Foto di repertorio

Quasi ottomila in più in soli due anni, praticamente come se fosse emigrato (e si fosse “svuotato”) un intero paese di medie dimensioni, per intenderci come Prevalle, Salò o Sirmione: e più del doppio rispetto alla media nazionale, che si attesta intorno a una crescita del 2,8% rispetto alla media media “nostrana” che raggiunge il 7,3%. Sono questi i numeri dei bresciani che hanno deciso di andarsene all'estero, insomma di emigrare: lo scrive Bresciaoggi pubblicando i dati raccolti nel “Rapporto italiani del mondo” della Fondazione Migrantes.

I bresciani che risiedono all'estero, e che dunque sono iscritti all'Aire – l'Anagrafe degli italiani residenti all'estero – hanno superato la soglia delle 45mila unità: sono 45.008 per la precisione, al primo gennaio di quest'anno, ben oltre i 41.933 del gennaio scorso, e ben oltre i circa 38mila del gennaio del 2016.

Anche il dato percentuale sulla crescita degli “espatri” è parecchio significativo: più 7,3% di migranti bresciani rispetto allo scorso anno. Solo a Brescia sono in tutto quasi 7.500 persone, che incidono al 3,8% sul totale dei residenti in città (che ad oggi sfiorano i 197mila).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento