A marzo la riapertura della storica cascina al parco Gallo

Dopo anni di inattività, aprirà un bistrot dove troveranno spazio caffetteria, buona cucina e attività culturali, musica, letteratura, mostre e laboratori.

Attraverso professionisti già attivi nei rispettivi settori, presto la storica Cascina Parco Gallo riprenderà vita nell'omonimo parco, a due passi dalla zona degli uffici di Brescia Due. La presentazione ufficiale del progetto è avvenuta ieri. Terminato (in anticipo, dopo appena quattro dei nove anni previsti) il rapporto tra la Loggia e Bresciattiva, il Comune di Brescia ha firmato una nuova convenzione della durata di nove anni con "Fare il Gallo", una joint venture composta da due società attive nel panorama cittadino. 

Della ristorazione se ne occuperò la cooperativa Alborea, da alcuni mesi attiva anche all'interno del Gran Teatro Morato. L'idea è quella di realizzare un moderno bistrot, caffetteria, ristorante aperto a pranzo (soprattutto per i tanti impiegati di Brescia Due, che d'estate potranno pranzare sui tavolini all'aperto) e cena e bar serale. 

Per quanto riguarda la parte culturale, il tutto sarà gestito dall’associazione Cieli vibranti diretta da Fabio Larovere. L'offerta sarà diversificata e comprenderà momenti musicali, appuntamenti letterari sulla scorta dei caffè letterari, mostre e laboratori soprattutto per i più piccoli. 

Della riqualificazione degli spazi invece se ne sta occupando lo studio di architettura Rizzinelli&Vezzoli. Il piano terrà sarà occupato interamente dal bistrot, mentre il primo piano sarà dedicato all'intrattenimento. Buona fortuna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento