Nuovo supermercato, è il quarto nella stessa strada. E ne arriverà un quinto

Una concentrazione da record in Via Leonardo Da Vinci a Breno: mercoledì mattina ha aperto il nuovo supermercato Aldi da 1100 metri quadrati

Uno, due e tre, uno dopo l’altro. Un quarto a poche centinaia di metri di distanza, il quinto che prima o poi arriverà. E’ l’incredibile concentrazione di supermercati sulla direttrice di Via Leonardo Da Vinci a Breno: mercoledì mattina ha aperto il nuovo store di Aldi, multinazionale tedesca che con quello camuno raggiunge il pokerissimo (5 supermercati aperti) nella nostra provincia. In tutto il Nord Italia sono 63 gli store a marchio Aldi.

Il nuovo supermercato offre un’area di vendita di 1100 metri quadrati, in un’area complessiva di 2200. L’area esterna si completa con 18 alberi ad alto fusto, appena piantati, e un parcheggio ad uso pubblico con circa un centinaio di posti auto. Sul tetto già brillano i pannelli fotovoltaici che danno energia al supermarket. La struttura sarà aperta tutti i giorni, dal lunedì al sabato fino alle 20.30 e la domenica fino alle 19. In tutto sono 14 le nuove assunzioni.

Tutto intorno, una concentrazione da record. Uno di fianco all’altro, praticamente attaccati, quasi confinanti, adesso ci sono il Lidl, l’Iperal e appunto Aldi. A poche centinaia di metri, ma sempre su Via Da Vinci, c’è anche il Despar. E prima o poi arriverà anche Italmark: le aree eventualmente interessate al nuovo insediamento sono già state acquisite dalla società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento