Triste epilogo per Agricar Diesel: il Tribunale ne ha dichiarato il fallimento

Gli imprenditori Marra e Bossoni hanno però acquisito un ramo d'azienda, garantendo continuità occupazionale e l'apertura delle storiche sedi

Foto di repertorio

Alla fine è arrivato, il triste (e ormai inevitabile) epilogo per la vicenda Agricar Diesel, storico marchio bresciano della compravendita di camion, automobili e veicoli commerciali, rivenditore ufficiale Mercedes, che per decenni ha gestito concessionarie e officine autorizzate in provincia e non solo. In queste ore infatti il Tribunale di Brescia ha depositato la definitiva sentenza di fallimento.

La crisi del gruppo

Una crisi che comincia da lonato: l'azienda era in concordato preventivo dal 2014. Entro la fine del 2018 il gruppo avrebbe dovuto saldare debiti per circa 20 milioni di euro. Con il nuovo anno almeno i dipendenti, in gran parte, si sono salvati: in tutto più di 150 al lavoro sia nel Bresciano che nelle province di Mantova e Piacenza.

La continuità occupazionale è stata garantita dall'acquisizione di un ramo d'azienda da parte di una cordata di imprenditori del settore automotive, Giorgio Marra e Mauro Bossoni. Una circostanza che ha permesso di mantenere aperte le concessionarie, che continueranno a lavorare salvo diverse strategie aziendali.

In ambito giudiziario infine, la prima adunanza dei creditori è prevista per il 28 maggio prossimo. E' stata la stessa proprietà di Agricar a chiedere il fallimento. Sono quattro le storiche sedi riferibili al gruppo: in Via Volta a San Zeno Naviglio, in Via XXV Aprile ad Artogne, in Via dell'Artigianato a Curtatone, in Via Emilia Parmenese a Montale

La nota dell'azienda

“La linea guida della nuova Agricar sarà all'insegna della continuità – scrive la società in una nota – Strutture, sedi e risorse umane, affidabilità e valori rimarranno invariati. Grazie alla nuova capacità imprenditoriale dei nuovi soci e a importanti investimenti tecnologici e organizzativi, Agricar raggiungerà nuovi e ambiziosi traguardi sia a livello di vendita che di assistenza, e si confermerà un pilastro della rete ufficiale Mercedes-Benz”. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento