Tecnologia bresciana al servizio del petrolio: un affare da 23 milioni

Firmato l'accordo con il Dangote Group, che in Nigeria investirà 12 miliardi

Roncadelle: l’ingresso della Atb Riva Calzoni

Un affare da 23 milioni di euro per la Atb Riva Calzoni (il quartier generale è a Roncadelle): la nota azienda bresciana si è aggiudicata una ricca commessa per la produzione e l'installazione di due termopropulsori per la raffineria Dangote Refinery, un “mostro” da 650mila barili di petrolio al giorno che sarà attiva dal 2019, nella regione Lekki in Nigeria.

La struttura avrà un'area di pertinanza da 2100 ettari, 21 chilometri quadrati, per un investimento complessivo da 12 miliardi di dollari: oltre all'estrazione di petrolio (appunto, 650mila barili al giorno) lo stabilimento avrà la capacità di estrarre 3 milioni di tonnellate di gas all'anno, trasporato lungo 1100 chilometri di tubi.

Secondo quanto dichiarato da Aliko Dangote, il patron del Dangote Group considerato l'uomo più ricco d'Africa, la nuova raffineria arriverà ad occupare circa 20mila persone in loco, e altre 40mila con l'indotto. Sarà dotata anche di una propria centrale elettrica, in grado di produrre 12mila megawatt di energia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento