Forzano i serbatoi di tre tir per prelevare gasolio: arrestati

Una coppia di ladri è stata colta sul fatto dai carabinieri mentre cercava di prelevare carburante da tre mezzi all'interno di una ditta di trasporti.

Immagine di repertorio

Il più classico dei tubi di gomma, attrezzi per forzare i serbatoi e ben dodici taniche da 25 litri ciascuna: questo l'armamentario col quale due ladri stavano cercando di rubare gasolio all'interno di una ditta di autotrasporti di Vobarno. 

I carabinieri della stazione di Sabbio Chiese hanno colto sul fatto due immigrati moldavi che erano già entrati nell'azienda. Il loro ingresso aveva fatto scattare l'allarme, collegato con i proprietari e le forze dell'ordine. 

Giunti sul posto, i militari hanno catturato facilmente un ladro, mentre per catturare il secondo sono serviti addirittura i Vigili del fuoco: il moldavo nel tentativo di fuggire si è nascosto tra i rovi, e non poteva più fuggire. L'intervento dei carabinieri ha sventato un colpo da 450 euro, il valore di mercato di 300 litri di gasolio. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso dalla malattia: morte sospetta, ma è escluso il morbo della "mucca pazza"

  • Cronaca

    Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

  • Cronaca

    Improvviso malore, morto l'imprenditore Vigo Nulli

  • Cronaca

    Rapina in casa da incubo: imprenditore minacciato con taser e martello

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Tangenziale Sud: in tre settimane più di ottomila multe con il nuovo "tutor"

Torna su
BresciaToday è in caricamento