Urla e grida per i giochi dei bambini, donna incinta finisce in ospedale

La furibonda lite nel pomeriggio di martedì a Visano. Per riportare la situazione alla calma sono dovuti intervenire i Carabinieri

Una lite, l'ennesima. Per motivi banali, ma forse alimentata da vecchi rancori. Parole grosse, insulti, i toni che si fanno sempre più accessi. La situazione tra i vicini di casa è degenerata a tal punto che è stato necessario l'intervento dei Carabinieri. 

Ad accendere la scintilla pare alcune questioni legate al modo di giocare di alcuni bambini, ritenuto troppo invadente e non particolarmente gradito fuori dalla famiglia. Urla e grida si sono fatte talmente forti da spaventare una donna incinta che ha assistito all'acceso diverbio. Tutto è accaduto intorno alle 14.30 di martedì primo novembre, in via Giovanni  XXIII a Visano.  

Insieme ai Carabinieri nella zona residenziale del comune della Bassa sono arrivate pure due ambulanze inviate dal 112. Mentre i militari riportavano la situazione alla calma, i sanitari del 118 si sono occupati bordo della giovane donna in dolce attesa, che per precauzione è stata portata in ospedale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento