Aggressione in un supermercato: ladro si dimentica il bambino in auto

Violento (e maldestro) tentativo di fuga al supermercato "iN's" di Villa Carcina. Il responsabile è stato poi arresto dai carabinieri, trovato nascosto sotto il letto di casa

I carabinieri sul luogo della rapina — Copyright © Bresciatday.it

VILLA CARCINA. Nel pomeriggio di lunedì 15 giugno, i carabinieri hanno arrestato un 38enne marocchino residente a Sarezzo, nullafacente e pregiudicato, in quanto responsabile di una rapina ai danni del supermercato “iN’s” di via Glisenti.

I FATTI - L’uomo è stato scoperto a rubare alcuni generi alimenti all’interno dell’esercizio commerciale. Per guadagnarsi la fuga, ha quindi spintonato la responsabile del supermercato, facendo perdere momentaneamente le proprie tracce. Per farlo, tuttavia, ha deciso di abbandonare nel parcheggio la propria Volkswagen Golf, con a bordo il nipote minorenne.

L’auto è stata però notata dalla donna, chi si è subito avvicinata per parlare col bambino. Passati pochi minuti, è stata aggredita alle spalle dal rapinatore, che - dopo averla allontanata colpendola con la portiera - si è messo alla guida del veicolo.

Grazie al numero di targa rilevato dalla malcapitata e all’accurata descrizione, i militari hanno potuto rintracciare il responsabile presso la propria abitazione (l’hanno trovato nascosto sotto il letto). Trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Gardone Val Trompia, è stato poi processato per direttissima: il giudice ha disposto l’obbligo di firma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

Torna su
BresciaToday è in caricamento