Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Trenord, disgusto senza fine: ci sono persino le larve sui sedili

Immortalate in un video, poi diffuso sui Social, alcune larve che strisciano sui sedili di un treno partito da Brescia e diretto a Milano Greco Pirelli

 

Non bastavano i guasti e i ritardi continui. Adesso i passeggeri di Trenord devono anche convivere con spiacevoli e inquinanti presenze. La denuncia arriva proprio da una pendolare che martedì mattina era a bordo del treno partito da Brescia alle 6,40  e diretto alla stazione di Milano Greco Pirelli: sul sedile accanto al suo diverse larve strisciavano beatamente.

Uno spettacolo davvero raccapricciante ripreso con lo smartphone, diffuso sui social e diventato virale. "Oltre ai passeggeri abituati ai disagi offerti quotidianamente da Trenord, come sporcizia, ritardi e sovraffollamento, c’erano alcuni ospiti speciali” si legge nel messaggio che precede il filmato di denuncia.

Il video ha fatto il giro della rete ed è stato visto pure dal consigliere consigliere regionale bresciano del Partito Democratico Gianantonio Girelli che ha così commentato: “Questo video è il simbolo dello stato del trasporto ferroviario regionale, un progressivo impoverimento e peggioramento del servizio, è davvero tempo di un cambio di passo, scelte decise e risorse investite in un settore strategico per il nostro territorio. Su una mobilità sostenibile si gioca buona parte dello sviluppo futuro”.

Da parte di Trenord una magra rassicurazione: il treno, una volta arrivato a destinazione, è stato pulito. Le polemiche e le proteste dei pendolari non si placano, anche perchè mercoledì mattina hanno dovuto affrontare nuovi disagi: a causa di un guasto agli impianti di competenza della Rete Ferroviaria Italiana che regolano la circolazione dei treni tra le stazioni di San Zeno Folzano e Brescia, i treni della Brescia-Piadena-Parma e Brescia-Cremona hanno subito parecchio ritardo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BresciaToday è in caricamento