Panico al bar: esce di casa e picchia tutti, 4 persone finiscono in ospedale

Scene mai viste mercoledì pomeriggio in Via Divisione Acqui a Brescia: un 42enne, poi fermato dalla Polizia Locale, ha colpito e picchiato almeno tre persone

Foto d'archivio

Fuori controllo, prima a casa e poi per strada, alla fine anche al bar: una vera furia, probabilmente alterato dal troppo alcol, che in pochi minuti ha mandato tre persone all'ospedale, tra cui due donne. E' stato bloccato a fatica dall'intervento massiccio delle forze dell'ordine: mercoledì pomeriggio, in Via Divisione Acqui, sono dovuti intervenire uomini e mezzi di Guardia di Finanza, Polizia Locale e Polizia di Stato.

Un pomeriggio da incubo

Alla fine è stato preso, non senza fatica, trascinato in ambulanza e in ospedale, adesso sotto osservazione e pure denunciato per lesioni. Non è chiaro il motivo del suo raptus: i primi accertamenti medici confermerebbero un tasso alcolico ben oltre la norma. Sono circa le 16 quando si scatena la sua rabbia.

Il protagonista è un 41enne bresciano, forse già noto alle forze dell'ordine. Esce di csa, non dopo aver allarmato i vicini per i suoi rumori a dir poco sospetti: pare abbia distrutto buona parte dei suoi mobili prima di lasciare l'appartamento.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento