Importunata e insultata sul bus, ragazzina risponde con lo spray urticante

Un viaggio agitato mercoledì pomeriggio sull'autobus Brescia-Chiari: una ragazza di poco più di 20 anni ha reagito agli insulti di un 60enne pregiudicato

Importunata sul bus, scoppia una lite per futili motivi: la ragazza si difende un po' troppo e manda un pregiudicato bresciano in ospedale. Tutto è successo mercoledì pomeriggio in Via Dalmazia, sul pullman di linea della Brescia-Chiari: erano circa le 17.30 quando una giovane marocchina di poco più di 20 anni sale sull'autobus.

Sarebbe stata subito infastidita (a distanza) da un 60enne, e come detto, per futili motivi: lei le avrebbe risposto, e lui ancora a replicare, finché la situazione non sarebbe rapidamente degenerata pure con qualche insulto a sfondo razziale.

E' in quel momento che la giovane estrae la sua “arma”, una piccola bomboletta di spray al peperoncino che viene appunto spruzzato sul volto del 60enne. Attimi di panico subito risolti dal pronto intervento dell'autista del bus, che prima ha fermato il mezzo e poi ha allertato il 112.

In pochi minuti sul posto una pattuglia della Polizia di Stato, che ha ristabilito la calma: la situazione si è risolta senza querele di parte o altro, la ragazza ha proseguito il suo viaggio e il 60enne, comunque già noto alle forze dell'ordine, è stato accompagnato in ospedale alla Poliambulanza, ma solo per accertamenti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Come smettere di fumare

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Ubriaca fradicia di primo mattino, ragazza soccorsa da un'ambulanza

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Blitz della Locale dal parrucchiere, scattano i sigilli

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

Torna su
BresciaToday è in caricamento