Rogo divampa per un corto circuito del frigorifero: bar devastato dalle fiamme

L'incendio è divampato in pochi attimi al bar del chiosco di Via Allende a Verolavecchia, locale di proprietà comunale ma gestito da due ragazzi bresciani. Tutto distrutto e danni per migliaia di euro

Foto d’archivio

Inferno di fuoco al chiosco di Via Allende a Verolavecchia: nessun ferito, ma il locale (fatto quasi tutto di legno) è andato completamente distrutto. Al momento giace immobile e devastato, transennato e inavvicinabile fino a nuovo ordine. Il piccolo bar è di proprietà comunale, gestito da due giovani ragazzi di Pontevico. Si contano danni per migliaia e migliaia di euro.

L'allarme è stato lanciato da un residente che si sarebbe accorto delle fiamme. Altri testimoni avrebbero riferito di un forte odore di bruciato già qualche attimo prima. L'incendio sarebbe divampato a causa di un corto circuito all'impianto elettrico di un vecchio frigorifero del magazzino.

In poco, pochissimo tempo le fiamme hanno divorato la struttura: a nulla è servito il più che tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, arrivati sul posto in una manciata di minuti. L'incendio è stato spento in poco meno di un'ora. Ma il locale è andato completamente distrutto. Accertamenti in corso per verificare con certezza la causa del rogo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento