In paese 6 nuove telecamere per leggere le targhe: investimento da 41mila euro

Sono tre le postazioni e sei le nuove telecamere installate a Verolanuova (investimento da 41mila euro) grazie alla partecipazione a un bando regionale

Foto d'archivio

In paese arriva il “grande fratello”: tre nuove postazioni di controllo con sei telecamere sono state installate a Verolanuova, investimento complessivo di circa 41mila euro finanziato in gran parte con fondi regionali grazie alla partecipazione ad apposito bando. E anche i vicini di Bassano si sono dotati di nuovi occhi elettronici.

Lo scrive il Giornale di Brescia: a Verolanuova sono tre le nuove postazioni di controllo, collegate in “diretta” con il comando di Polizia Locale e con la stazione dei Carabinieri. Sono state posizionate nelle tre principali vie di accesso (in entrata e in uscita) del paese.

Strumenti ad altissima tecnologia, che si dividono i “compiti”: tre di queste telecamere sono attrezzate per la lettura delle targhe, in tempo reale, così da verificare se il mezzo è sprovvisto di revisione o di assicurazione, o se peggio è segnalato dalle forze dell'ordine (ad esempio un'auto rubata).

Il secondo gruppo di telecamere è invece di supporto nell'identificazione: riesce infatti a verificare, anche in questo caso in tempo reale, la tipologia dei mezzi, il colore e il modello dell'auto, pescando in un fornitissimo database. Grazie ai fondi regionali, la Polizia Locale di Verolanuova ha potuto acquisire anche due tablet e una macchina fotografica ad alta definizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento