Rilasciato per il colpo dall’ottico, viene subito arrestato per il furto di una bici

Ladro recidivo: doppio arresto nel giro di poche ore.

Immagine di repertorio

La prima volta è stato catturato grazie alla segnalazione di un residente, la seconda volta ha avuto la sfortuna di incontrare sulla sua strada il carabiniere che lo aveva sorvegliato durante la nottata trascorsa in cella nella caserma: il risultato è che è finito nuovamente davanti al giudice per il processo in direttissima, come raccontato dal Giornale di Brescia.  

Del primo furto abbiamo raccontato solo ieri, sabato. Il ladro, bresciano di 37 anni, è stato colto sul fatto mentre si trovava all’interno di un negozio di ottica di Quinzano d’Oglio, ed aveva già messo nel trolley otto macchine fotografiche, sei teleobiettivi, un flash e un pc portatile. 

Trascorsa una notte in cella, ed ottenuta dal giudice la libertà vigilata con obbligo di firma (tre volte la settimana), ha pensato bene di rubare una bicicletta da donna dal parcheggio di un ristorante di Verolanuova, dove ha sede la caserma dei carabinieri. Peccato, per lui, che pochi attimi dopo si sia imbattuto nell’agente, che l’ha riconosciuto e, vista la sua aria circospetta, subito arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

Torna su
BresciaToday è in caricamento