Atti vandalici e pallonate alle vetrate, baby-gang terrorizza le piscine

Sono giovanissimi, tutti minorenni, i componenti della baby-gang che si è “installata” alle piscine comunali di Mompiano. Indaga la Polizia Locale

Le piscine di Mompiano in balia di una baby-gang di vandali e casinisti: sono tutti ragazzi italiani, e tutti minorenni, che da qualche tempo infastidiscono e danneggiano le strutture di Via dello Stadio. Lo scrive Il Giorno, che riporta le parole di Sarah Barozzi, una dipendente delle piscine comunali, addetta alla segreteria.

“Non riusciamo a fermarli – racconta – eppure sono sempre le stesse persone. Sono sei o sette quindicenni, italiani, strafottenti e ingestibili”. I fatti di cronaca in effetti cominciano a essere un po' tanti. L'ultimo in ordine di tempo solo un paio di giorni fa, il 30 luglio scorso: intorno alle 19 hanno sfondato una vetrata che si affaccia sulle vasche interne, con un pallone.

Non è dato sapere se l'abbiano fatto apposta o meno: ma sta di fatto che anche il quel caso stavano giocando a calcio in una zona vietata. Nel lungo elenco dei casi accertati si registrano anche fastidiosi schiamazzi, partite di pallone in mezzo ai bagnanti, ingressi senza pagare il biglietto scavalcando tornelli e recinzioni.

Potrebbe interessarti

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento