Baby vandali prendono di mira il parco pubblico: identificati

Poco più che bambini, eppure già finiti nel mirino dei carabinieri per veri e propri atti di vandalismo al parco pubblico.

Se la sono presa prima con il castello in legno, poi con i bidoni della raccolta differenziata. Peccato - per loro - che ad osservare il tutto ci fossero alcuni volontari del gruppo di controllo di vicinato, e alcune videocamere di sicurezza, che consentiranno ai carabinieri di dare un nome e un cognome ai responsabili. La vicenda è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

Succede a Orzinuovi, nel parco di via Giovanni Paolo II. I responsabili dell'incursione vandalica sono tutti giovanissimi, una decina di ragazzini di età compresa tra i 14 e 15 anni. Per divertimento, forse per combattere la noia, sicuramente senza pensare troppo a quello che stavano facendo, il gruppo ha danneggiato il castello: dopo aver staccato i pioli in legno - rendendo oltretutto pericolosa la struttura per i bambini - i ragazzini li hanno dispersi nel prato.  

Non contenti, se la sono presa con i cestini della raccolta differenziata, presi a calci e svuotati al suolo. Grazie ai volontari del controllo di vicinato, e delle videocamere di sicurezza, i carabinieri potranno convocarli tutti in caserma. 

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Viaggio al centro della Terra nelle miniere della Valtrompia

  • Bagno al lago dopo i pasti: ma c’è davvero da aspettare 3 ore?

I più letti della settimana

  • Travolta da un'auto in pieno centro: Jennifer si è spenta in ospedale

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

Torna su
BresciaToday è in caricamento