I tumori nel Bresciano continuano a crescere: 3.770 morti in un anno

I dati presentati a Milano da Aiom e Airtum: in Lombardia solo nel 2017 stimati oltre 63mila casi. Nel Bresciano i decessi continuano ad aumentare: 3770 morti in un anno, quasi 200 in più sul quinquennio

Una battaglia dura, durissima, che tanti devono combattere ogni giorno: si parla dei tumori di ogni ordine e grado, che ancora oggi – anche se i dati sono aggiornati al 2015 – a Brescia e provincia fanno morire 3770 persone l'anno, in aumento di quasi 200 casi in un quinquennio. Altra dato significativo però è la sopravvivenza: si muore di più ma si sopravvive più a lungo, con dati come la sopravvivenza ai tumori al fegato che raggiunge il 23%, o il 18% del tumore ai polmoni, percentuale raddoppiata in pochi anni.

Sono questi i dati forniti dall'Associazione italiana oncologia medica e dell'Associazione italiana registri tumori, presentati giovedì a Milano e pubblicati da Bresciaoggi: solo nel 2017, e a livello regionale, si stimano ben 63mila nuovi casi.

I dati bresciani. Nella popolazione generale i cinque tumori più frequenti sono quelli al seno (8950 casi), al colon e al retto (8600), ai polmoni (7200), alla prostata (5700). Tra gli uomini il più diffuso è quello alla prostata, tra le donne quello al seno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento