Conti correnti svuotati con un clic: maxi-truffa da 650.000 euro

Maxi-truffa da oltre 650.000 euro: in 15 a processo a Brescia per aver “svuotato” i conti correnti di decine di ignari clienti

Un meltin pot di “professionisti” del furto e della truffa: cinque bresciani, quattro rumeni, due napoletani e due milanesi, un albanese e un pachistano. Sono loro i 15 imputati a processo per una frode informatica da oltre 650mila euro: sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso, accesso abusivo a sistemi informatici, intercettazione di comunicazioni, frode informatica.

Sono loro i factotum della frode che si è tramutata in furto, a danno di decine di correntisti che si sono visti rapidamente prosciugare i loro conti in banca. Il meccanismo prevedeva che i truffatori riuscissero a impossessarsi dell'identità digitale di ignari clienti bancari.

Una volta bypassati i sistemi di sicurezza e di protezione, i truffatori entravano liberamente nei conti correnti di altri, e qui si facevano trasferire (sempre tutto online) centinaia o migliaia di euro su carte prepagate o schede telefoniche ricaricabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento