Uccidono un capriolo a fucilate, poi vanno in giro portandoselo nello zaino

Sono stati entrambi denunciati per abbattimento illegale i due cacciatori di Vobarno intercettati mercoledì della Polizia Provinciale, nella zona di Treviso Bresciano

Il capriolo ucciso dai cacciatori

Se ne andavano in giro come se nulla fosse, a quanto pare convinti di poterla fare franca, con la carcassa di una piccola femmina di capriolo nello zaino, da cui ancora spuntavano fuori le zampette: sono stati intercettati dagli agenti della Polizia Provinciale di Brescia e denunciati per abbattimento illegale di animale, in un periodo vietato e non solo. L'animale è stato ucciso con un fucile a pallettoni, altra pratica illecita.

Sono stati entrambi denunciati, con annesso sequestro di armie munizioni: nei guai due 50enni residenti a Vobarno, beccati dagli agenti tra Treviso Bresciano e Capovalle, nella zona del monte Carzen. Erano due segugisti, quindi attrezzati con i cani per la caccia alla lepre: sono stati invece denunciati come cacciatori di frodo.

Gli agenti li hanno attesi dopo aver individuato il casolare in cui si erano nascosti: gli uomini della Provinciale erano in appostamento da ore, ed erano già stati allertati dai colpi di fucile, quelli che probabilmente hanno ucciso la femmina di capriolo, un animale di circa 3 anni.

Una lunga attesa fino alla partenza: i bracconieri sono stati fermati a bordo di una jeep dove appunto tentavano di nascondere l'animale morto, chiuso in uno zaino. Nella giornata di mercoledì la Provinciale è intervenuta ancora a Treviso Bresciano, per il sequestro di una dozzina di richiami vivi, e poi a Lumezzane per detenzione illecita di specie protette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento