Armati, tentano di fermare un’auto, ma a bordo ci sono due carabinieri in borghese

È andata decisamente male a una coppia di rapinatori, che per sua sfortuna ha puntato la vettura sbagliata. Due pregiudicati sono stati arrestati.

Armati di pistola giocattolo e quattro coltelli, girovagavano per la Bassa in piena notte alla ricerca di un’auto da fermare per poi rapinare il conducente. Per loro sfortuna hanno fermato l’auto sbagliata, quella sulla quale c’erano due carabinieri della caserma di Trenzano, in borghese, in rientro da una serata di libera uscita. 

Il fatto è successo nella notte tra venerdì e sabato scorso. L’auto dei malviventi, un italiano di 43 anni e un marocchino di 34, entrambe residenti a Manerbio, ha puntato da dietro l’auto con a bordo i carabinieri. Dopo vari sfanalamenti, e visto che l’auto non si fermava, i rapinatori hanno tentato a lungo di speronare il veicolo che li precedeva, senza riuscirci. 

Durante l’inseguimento ad alta velocità i militari in borghese hanno chiamato rinforzi, trovando in servizio la pattuglia dei colleghi di Rudiano. Una volta incrociati i malviventi, la volante è riuscita a bloccarli e infine ad arrestarli. L’arresto è stato convalidato: i due dovranno recarsi quotidianamente in caserma per l’obbligo di firma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento