Paura in paese: branco di cinghiali avvistato vicino alle altalene dei bambini

Allarme lanciato nella zona della Val di Bondo, sopra Tremosine: tanta paura per le scorribande di un branco di cinghiali di almeno 30 esemplari

L'allarme lo lancia Giuseppe Pace, come riporta Bresciaoggi, il gestore dell'agriturismo Val d'Egoi di Tremosine, zona Val di Bondo: da qualche settimana un brando di cinghiali selvatici semina il panico tra boschi e proprietà private. Sarebbero almeno una trentina, insomma un numero considerevole (e pericoloso): l'ultimo “attacco” solo un paio di notti fa.

Una scia di devastazione al loro passaggio: in cerca di nutrimento, i cinghiali scendono dai boschi fino ai campi coltivati, nelle vicinanze delle case, e quando arrivano fanno disastri. Il fatto più preoccupante è che sarebbero arrivati davvero a un passo dall'agriturismo: sarebbero stati avvistati a pochi passi dalle altalene di solito utilizzate dai bambini.

Paura per residenti e turisti

Una situazione insostenibile, dice Pace: gli ungulati adesso si muovono anche di giorno, approfittano del terreno morbido (causa pioggia) e scavano dappertutto, non hanno più paura nemmeno dei latrati dei cani.

L'agriturismo è recintato fin dove si può, “ma non posso recintarlo tutto”, dice Pace: una presenza a dir poco ingombrante, tanto che alcuni turisti, spaventati alla vista dei grossi animali, avrebbero sospeso anticipatamente la loro vacanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

  • In pensione da poco, notaio va in vacanza e si schianta: morto sul colpo

  • Ucciso dal cancro a soli 34 anni: il dolore della moglie e dei due figlioletti

Torna su
BresciaToday è in caricamento