Castrezzato: sequestrato cumulo di rifiuti speciali sul cantiere della Tav

E' stato sequestrato, per accertarne l'origine, un cumulo di rifiuti speciali non pericolosi, alto almeno sei metri e lungo circa trenta

Ancora un cantiere nel mirino degli investigatori nel bresciano. Questa volta è una porzione della nuova rete ferroviaria Tav nella tratta Treviglio-Brescia nel territorio di Castrezzato, i cui lavori sono cominciati all'inizio di marzo di quest'anno.

Dopo accertamenti dei carabinieri della compagnia di Chiari, supportati dal NOE di Brescia, è stato sequestrato un ingente cumulo di materiale (alto almeno 6 metri e lungo circa 30, e di un'altra porzione di circa 150 metri cubi) per compiere accertamenti sulla sua origine, per identificarne i produttori e i responsabili dello smaltimento illecito.

- La TAV ad ogni costo che in Lugana distrugge cascine e vitigni pregiati

Si tratterebbe di rifiuti speciali non pericolosi, soprattutto cemento, materiale ferroso e parti di asfalto. Gli investigatori hanno accertato la presenza di una decina di camion che scaricavano materiale in un'area di circa 70 mila metri quadri, di proprietà della società che sta eseguendo i lavori.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A spasso nei prati: un orso bruno si avvicina alle case in cerca di cibo

  • Cronaca

    Il piccolo Nicola non è vaccinato, il preside non lo fa entrare a scuola

  • Incidenti stradali

    Si schianta camion carico di bevande, l’albero abbattuto cade sul marciapiede

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 25 al 27 maggio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Ragazzo in fin di vita, il cane abbaia allo sfinimento per chiedere aiuto

  • Sesso con una bambola gonfiabile: shock fuori dal centro commerciale

  • Mercoledì la tappa bresciana del Giro d'Italia: percorso e viabilità nei dettagli

  • Migliaia di chilometri in treno per abbandonare il suo bambino

  • Neonato trovato abbandonato in mezzo alla strada

  • Torna a casa ubriaco, poi il litigio: lo uccide con undici coltellate al petto

Torna su
BresciaToday è in caricamento