Milioni di euro di rame dalla Russia, in fuga da mesi: donna in manette

E' accusata di ricettazione, falso e contraffazione. Un vero intrigo internazionale

Foto d'archivio

Un vero intrigo internazionale, una spy-story tra il lago di Garda, la provincia di Bergamo, la Russia e la Slovacchia: è stata arrestata a Seriate dopo sette mesi di latitanza la 57enne Maria Pia Carlotta Enzo, che era di casa anche a Moniga. Era sfuggita alla cattura della Guardia di Finanza nell'ottobre scorso, destinataria di una misura di custodia cautelare che aveva coinvolto in tutto 18 soggetti, e un'altra ottantina di denunciati, nell'ambito dell'inchiesta “Tabula Rasa Orobica”.

Dalle indagini erano emerse a vario titolo imputazioni di riciclaggio, truffa, appropriazione indebita, estorsione e contraffazione, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. In particolare, la 57enne era riuscita a scappare in autunno, quando le Fiamme Gialle stavano concludendo gli ultimi ordini di cattura nei confronti degli ultimi cinque soggetti coinvolti nelle indagini, tra cui appunto Maria Pia Carlotta Enzo.

In quell'occasione anche un altro componente della banda della “Tabula Rasa” era risultato irreperibile, un noto falsario brianzolo che era stato però catturato solo pochi giorni ad Agrate, in provincia di Monza e Brianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento