Milioni di euro di rame dalla Russia, in fuga da mesi: donna in manette

E' accusata di ricettazione, falso e contraffazione. Un vero intrigo internazionale

Foto d'archivio

Un vero intrigo internazionale, una spy-story tra il lago di Garda, la provincia di Bergamo, la Russia e la Slovacchia: è stata arrestata a Seriate dopo sette mesi di latitanza la 57enne Maria Pia Carlotta Enzo, che era di casa anche a Moniga. Era sfuggita alla cattura della Guardia di Finanza nell'ottobre scorso, destinataria di una misura di custodia cautelare che aveva coinvolto in tutto 18 soggetti, e un'altra ottantina di denunciati, nell'ambito dell'inchiesta “Tabula Rasa Orobica”.

Dalle indagini erano emerse a vario titolo imputazioni di riciclaggio, truffa, appropriazione indebita, estorsione e contraffazione, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. In particolare, la 57enne era riuscita a scappare in autunno, quando le Fiamme Gialle stavano concludendo gli ultimi ordini di cattura nei confronti degli ultimi cinque soggetti coinvolti nelle indagini, tra cui appunto Maria Pia Carlotta Enzo.

In quell'occasione anche un altro componente della banda della “Tabula Rasa” era risultato irreperibile, un noto falsario brianzolo che era stato però catturato solo pochi giorni ad Agrate, in provincia di Monza e Brianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento