Trovato morto nel furgone, Stefano soffriva di cuore: si aspetta l’autopsia

Sono attesi in queste ore i risultati dell’autopsia: Stefano Ghidini, 51 anni, è stato trovato senza vita nel suo furgone venerdì scorso

Stefano Ghidini

Sono attesi in queste ore i risultati dell’autopsia sul corpo di Stefano Ghidini, il commerciante lumezzanese di 51 anni trovato senza vita a bordo del suo furgone, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione di San Sebastiano. A breve saranno comunicate anche la data e l’ora dei funerali: la salma verrà trasferita nella Casa del commiato Benedini. Stefano lascia la moglie Albina, la madre e la sorella.

Venerdì scorso la tragica scoperta

Una vicenda che ha scosso (e non poco) il quartiere e il paese. Ghidini era stato trovato senza vita da una coppia di giovani ragazzi che passavano di lì per caso. Gli accertamenti dei carabinieri di Gardone Valtrompia, a cui sono state affidate le indagini, hanno permesso di accertare gli ultimi movimenti del 51enne erano stati registrati dalle telecamere martedì.

Questo vorrebbe dire che mercoledì Ghidini ha parcheggiato il furgone, si è sentito male ed è morto. E’ stato ritrovato solo 48 ore più tardi: l’autopsia servirà a chiarire il motivo del decesso, si presume un malore, e soprattutto quando effettivamente Stefano è morto. In passato aveva già avuto problemi di cuore.

Commerciante e viaggiatore

La moglie ha raccontato agli inquirenti di non aver denunciato la scomparsa perché abituata alle lunghe trasferte di lavoro del marito, che spesso stava via di casa anche due o tre giorni. Ghidini faceva l’agente di commercio nel settore delle vernici e degli impianti di verniciatura, con clienti in tutto il Nord Italia e oltre.

Originario di Sant’Apollonio, dove ancora abitano la madre e la sorella, da tempo viveva con la moglie nella frazione di San Sebastiano. Molto conosciuto in paese, per il suo carattere e il sorriso contagioso. Grande appassionato di moto, costretto a smettere per via di un incidente.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Come smettere di fumare

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Ubriaca fradicia di primo mattino, ragazza soccorsa da un'ambulanza

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

Torna su
BresciaToday è in caricamento