Non accetta la fine relazione: la riempie di botte, poi la rinchiude in cantina

L'ennesimo caso di stalking e violenza nel Bresciano: i protagonisti questa volta una coppia di ragazzi di appena 20 anni. Lui è stato arrestato, accusato anche di sequestro di persona

L'hanno liberata i carabinieri, anche grazie al sangue freddo della ragazza: nonostante le botte era infatti riuscita a nascondere il cellulare con cui ha poi allertato le forze dell'ordine. La fine di un incubo, per fortuna: l'ennesimo caso di stalking e violenza nel Bresciano, e che questa volta coinvolge due giovanissimi, entrambi ventenni (ed entrambi italiani).

Un'escalation che negli ultimi mesi si era esasperata, fino ad arrivare a un vero sequestro di persona: l'episodio peggiore si è consumato solo un paio di giorni fa, lunedì scorso, quando il ragazzo di 20 anni (poi arrestato dai carabinieri della Compagnia di Verolanuova) all'ennesimo rifiuto della giovane l'ha caricata in auto con la forza e l'ha poi rinchiusa in cantina.

Destino maledetto: quella cantina era stata per lungo tempo il loro rifugio d'amore, nella casa della madre di lui (ovviamente ignara del “rapimento”) e che era stata allestita con lo stretto necessario, un divano e un frigorifero.

Quanto bastava per due innamorati, quando è bastato per farlo diventare il simbolo in negativo di una relazione che non poteva più andare avanti. Da tempo infatti le cose erano arrivate a un punto di non ritorno, ormai da più di un paio di mesi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cadavere carbonizzato: il corpo è di una 42enne scomparsa giovedì

  • Cronaca

    Alfa Romeo rubata alla Mille Miglia: era ancora in provincia

  • Incidenti stradali

    Ciclista investito e ucciso mentre torna a casa dal lavoro

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 18 al 20 gennaio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • 300 chili di pesci morti, è una strage: nel lago una rete abusiva di quasi 1 chilometro

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • Muore senza eredi diretti: 2,5 milioni a lontani parenti, agli amici e al suo paese natale

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Forte scossa di terremoto scuote il Nord Italia: l'epicentro a Ravenna

Torna su
BresciaToday è in caricamento