Sciame di vespe gli si infila sotto i vestiti, punture su tutto il corpo

Brutta disavventura per un 43enne di Sovere, sul Sebino, punto da una ventina di vespe mentre lavorava in giardino: ricoverato in ospedale, ha dovuto pure pagare il ticket

Galeotto fu il nido, e di vespe: punto su tutto il corpo, almeno una ventina di volte, tanto da rendere necessario il ricovero in ospedale. Tutto è successo sul lago d'Iseo, a Sovere: la vittima è un 43enne residente in paese, colpito dalle vespe mentre stava lavorando in giardino.

Stava ripulendo la siepe dai rovi e dalle sterpaglie quando improvvisamente si è trovato faccia a faccia con un nido di vespe. Infuriate: lo hanno punto sulle braccia e sulle gambe, sulla schiena, sulla pancia e sul volto. Gli si sono infilate pure nei pantaloni e sotto la camicia.

Ha cominciato subito a sentirsi male, ma per fortuna senza andare in shock anafilattico. Ha chiesto alla moglie di essere accompagnato in ospedale, al pronto soccorso di Lovere. E qui oltre il danno ha trovato pure la beffa.

In ospedale infatti, nonostante la gravità della situazione, è stato costretto a pagare il ticket sanitario. Così è la norma, hanno spiegato medici e infermieri. E questo invece il conto: 25 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento