Beve un sorso dal cartone del succo e rischia di morire: gola ustionata

Ragazza di 18 anni ricoverata in ospedale dopo aver bevuto un sorso da un bricchetto acquistato poco prima: lavanda gastrica e ustioni alla gola. La vicenda si tinge di giallo: indagano i Carabinieri

Quando un sorso in più poteva essere fatale: una ragazza di 18 anni di Soncino è stata ricoverata in ospedale dopo aver ingerito il liquido contenuto all'interno di un “bricchetto” - per intenderci, quelli da succo – che aveva acquistato solo pochi minuti prima. E' successo martedì mattina.

A lanciare l'allarme la madre e la sorella della ragazza, che proprio a loro avrebbe raccontato di essersi sentita male a pochi attimi dall'aver ingerito una minima quantità di quella bevanda. Avrebbe poi raccontato di un forte odore di candeggina.

Salvata appena in tempo: è stata ricoverata in ospedale e sottoposta a lavanda gastrica. Le ferite: avrebbe riportato diverse ustioni alla gola, per fortuna non gravi. Non sarebbe in pericolo di vita. Ma la paura rimane, e tanta, per quel sorso sfortunato.

Indagano i Carabinieri: non si conosce ancora il contenuto di quel bricchetto. Un clamoroso sbaglio nella catena di produzione della bevanda, l’opera di un folle o un errore della ragazza: nessuna ipotesi vieni esclusa.

Potrebbe interessarti

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento