Soncino: cacciatore impallina al volto un "collega" e scappa

L'uomo, invece di prestare soccorso, si è allontanato correndo assieme al suo cane. La sua vittima, invece, è stata medica all'ospedale di Crema

Sarebbe stato un semplice incidente - seppure grave, ma comunque non così eccezionale - se solo si fosse fermato a prestare soccorso invece di darsi a una vile fuga.

Stiamo parlando di quanto accaduto questa mattina verso le 8 nella campagna di Soncino, dove un cacciatore ha impallinato per sbaglio un suo "collega".

Nei pressi delle cave Danesi, un 60enne bergamasco (socio dell’Atc 6 molto conosciuto tra le doppiette della zona), dopo essere stato ferito al volto e al collo da "un uomo alto, magro, sulla cinquantina", è riuscito a raggiungere la propria macchina per andare a farsi medicare all'ospedale di Crema, dove è stato curato e dimesso.

Del suo aggressore, invece, nessuna traccia. E' scappato assieme al suo cane spinone: se i carabinieri riusciranno a identificarlo, sarà accusato di lesioni e omissione di soccorso, rischiando inoltre il ritiro della licenza di caccia.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento