Esche killer lanciate nel giardino di casa: paura per una cagnolina

I bocconi avvelenati sarebbero stati lanciati in un'abitazione di Soiano: la cagnolina ha ingerito le esche, ma si è miracolosamente salvata

Episodio inquietante a Soiano del Lago, dove ignoti hanno lanciato alcune crocchette intrise di veleno nel giardino di una villetta privata situata nella zona di via San Rocco, all'imbocco della strada sterrata che porta a Padenghe e a Moniga. 

L’intento era quello di uccidere una cagnolina di 12 mesi di proprietà della famiglia. Per fortuna la giovane padrona si è accorta in tempo che la cucciola non stava bene e l'ha immediatamente portata dal veterinario, salvandole così la vita. 

Il veterinario non ha alcun dubbio: la cagnolina avrebbe ingerito alcuni bocconi contenenti veleno potenzialmente letale. Potrebbe essersi trattato della vendetta di qualcuno forse disturbato dall'animale, oppure del gesto di qualche ladro per mettere fuori combattimento il cane e provare a intrufolarsi nell'abitazione, senza però riuscire a portare a termine il furto.

Tutte ipotesi, l'unica certezza è la pena che rischia chi si è macchiato di tale perfidia: secondo il codice penale dai sei mesi ai tre anni di reclusione. L'episodio per ora pare essere isolato, ma in paese è già stato dato l'allarme: la proprietaria della cagnolina invita chiunque percorra vai San Rocco, via Costa Lunga e via Monti Lunghi a fare molta attenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento