Sirmione, interventi su tre porti: ora tocca a Lugana

Conclusi gli interventi nei porti del centro storico e della frazione di Colombare, ad aprile si procede al dragaggio e alla sistemazione del porto di Lugana, per ripristinare la piena funzionalità prima dell’estate

I lavori al porto Galeazzi

L’impegno dell’amministrazione comunale di Sirmione nella gestione dei porti si è concretizzato nei mesi scorsi in diversi interventi: mentre sono già stati realizzati i lavori di dragaggio e sistemazione in porto Castello in centro storico e porto Galeazzi a Colombare, ad aprile si procederà alla manutenzione straordinaria del porto di Lugana. 

«Per le notevoli dimensioni del porto, quello di Lugana è certamente l’intervento più impegnativo – sottolinea Luigi Sansoni, consigliere incaricato dal sindaco per i porti – poiché comporta un notevole sforzo economico, quantificato pari a 153.449 euro, a fronte del quale non si chiederà al cittadino alcun aumento del canone demaniale di ormeggio. I lavori verranno effettuati da una ditta specializzata, individuata dall’Autorità di Bacino laghi di Garda e Idro, a cui sono state demandate le competenze di demanio portuale e la gestione dell’intero intervento. L’Autorità di Bacino sostiene anche metà della spesa».

Nelle prossime settimane, si effettueranno a Lugana il dragaggio del porto e del relativo canale di accesso, la sostituzione delle catenarie di fondo, la sostituzione dei “corpi morti” e dei pendini d’ormeggio, la sistemazione della banchina con la posa di blocchetti in porfido e il completamento del cordolo perimetrale in marmo.

Nei prossimi giorni, i proprietari delle imbarcazioni riceveranno dalla stessa Autorità di Bacino un avviso con la data entro la quale spostare le imbarcazioni per consentire l’esecuzione dei lavori.

Questo tipo di interventi, aggiunge Sansoni, «è eseguibile, per legge, solo a partire dal mese di marzo, per esigenze di natura ambientale, al fine di tutelare la fauna ittica».

Gli interventi negli altri due porti, centro storico e Colombare, sono invece già conclusi e pure con qualche settimana di anticipo. Lo scorso anno l’amministrazione ha affrontato la delicata situazione di porto Castello, per il quale sono stati resi operativi il nuovo regolamento e il piano del porto. Di conseguenza, l’Autorità di Bacino laghi di Garda e Idro ha potuto provvedere a indire un nuovo bando per l’assegnazione degli spazi acquei.

«La grave siccità della scorsa estate – afferma il sindaco Alessandro Mattinzoli – ha reso ancora più evidente la necessità di procedere alla manutenzione straordinaria dei nostri porti. Dunque, a marzo di quest’anno, con un impegno economico considerevole, sono stati effettuati i lavori di dragaggio del porto Galeazzi e del relativo canale di accesso. Ora la nostra attenzione si sposta su Lugana e l’obiettivo finale, grazie alla collaborazione dei cittadini interessati, è di restituire prima dell’estate la totale funzionalità e il pieno godimento dei porti per la stagione 2016». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento