Una vita dietro il bancone: morto Silvano Neretti, storico ristoratore del Sebino

Se n'è andato a 77 anni Silvano Neretti, storico gestore del ristorante Le Palafitte di Sulzano: lascia moglie e figlie, sabato mattina i funerali

Foto di repertorio

Aveva lasciato il segno, nel mondo della ristorazione e non solo: in tanti lo ricordano come un mattatore, per il suo carattere sempre cordiale, la sua voglia di fare. Si è spento a 78 anni, dopo aver lottato per qualche mese con una terribile malattia, l'imprenditore Silvano Neretti, per decenni il gestore del ristorante Le Palafitte di Sulzano.

Una storia lunga più di 30 anni

Ha gestito lo storico locale per più di trent'anni, sempre al fianco della moglie Caterina. Era arrivato a Milano dalla Toscana, in cerca di lavoro. Aveva cominciato come cameriere, negli anni '60. Sul lago d'Iseo ha fatto la sua fortuna: prima si è fatto conoscere, poi è cominciata la grande epopea delle Palafitte.

Un locale che ha davvero segnato un'epoca, un nome che è rimbalzato in tutta la Lombardia. Negli ultimi anni aveva rilevato anche il ristorante La Posada di Sale Marasino, ora chiamato Villa Kinzica. Un'altra attività di successo.

La veglia e i funerali

Oltre alla moglie lo piangono le figlie Mirta e Cristina, il fratello Alberto, i nipoti. La salma di Silvano Neretti riposa nella sala del commiato Daffini in Piazza Vittorio Emanuele a Marone, visitabile anche venerdì (alle 19 è in programma una veglia di preghiera).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I funerali saranno invece celebrati sabato mattina, alle 10.30 nella chiesa parrocchiale San Giorgio Martire in Sulzano. Il corteo partirà alle 10.15 da Marone: una volta conclusa la funzione, si proseguirà per il tempio crematorio di Sant'Eufemia. Niente fiori, ma opere di bene: è questa la richiesta della famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

Torna su
BresciaToday è in caricamento