Sesso a pagamento con un ragazzino, condannato camionista bresciano

L'uomo, un 56enne, è stato condannato a otto mesi, con pena sospesa. In tribunale si è difeso, raccontando di essere stato ingannato dall'adolescente

Foto d'archivio

Per l'accusa avrebbe pagato 50 euro per fare sesso con un ragazzino che, all'epoca dei fatti, aveva 17 anni. Accuse che Silvio Salodini, camionista bresciano di 56 anni, ha sempre respinto al mittente, sostenendo di essere stato imbrogliato dal giovanissimo - conosciuto su internet, a quanto pare su un sito per soli adulti - che gli avrebbe detto di essere maggiorenne.

Non solo - stando a quanto riportato dal Giornale di Brescia - il 56enne di casa a Padenghe avrebbe negato di aver pattuito con il ragazzino un prezzo per il rapporto sessuale: semplicemente avrebbe regalato 50 euro al 17enne al termine dell'incontro.

La linea difensiva non ha però convinto il giudice che ha condannato il camionista a 8 mesi, con pena sospesa. Una pena più leggera rispetto all'anno e mezzo chiesto dal pubblico ministero Ambrogio Cassiani, che ha coordinato l'inchiesta condotta della polizia locale di Montichiari. L'indagine su un giro di prostituzione minorile aveva coinvolto altre 10 persone, tutte processate in altra sede. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

Torna su
BresciaToday è in caricamento