Iuschra, una disperata corsa contro il tempo

Quarto giorno di ricerche. Tutte le segnalazioni si sono rivelate inconsistenti

25 squadre sul campo, 40 unità cinofile, 40 speleologi esperti, Vigili del fuoco, Carabinieri, Soccorso Alpino, e centinaia di volontari: all'alba sono tornate a pieno regime le ricerche della dodicenne Iushra, scomparsa giovedì. 

Purtroppo non ci sono significative novità da segnalare, se non l'arrivo di un drone super tecnologico che affiancherà i due elicotteri (dotati di termocamere per rilevare fonti di calore) per la perlustrazione dall'alto, e il restringimento dell'area di ricerca. Dai 750 ettari iniziali si è passati ai "soli" 130 ettari nei quali sono concentrate le ricerche nelle ultime ore. Per di più, pare che alcuni cani abbiano fiutato delle tracce: la speranza è che si rivelino esatte. 

Nel frattempo, nella giornata di ieri, le segnalazioni di possibili avvistamenti della ragazzina si sono rivelate inconsistenti. Come già annunciato, la protezione Civile invita tutti i semplici cittadini a non recarsi sull'Altipiano di Serle per non ostacolare, seppur con lodevoli intenzioni, le operazioni di ricerca, in una zona per gran parte non coperta dal segnale per i telefoni cellulari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

Torna su
BresciaToday è in caricamento