Deteneva fucili illegalmente, operaio arrestato dai Carabinieri

Fucili ad aria compressa e monocanna a percussione utilizzati - probabilmente - per la caccia illegale. Il proprietario è in carcere.

I Carabinieri della Stazione di Tavernole sul Mella, a seguito di attività investigativa, hanno tratto in arresto un operaio bresciano di 43 anni, residente a Bovegno, per detenzione illegale di arma clandestina e munizionamento, nonché detenzione abusiva di armi. 

I militari, a seguito di perquisizione effettuata presso l’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto 82 cartucce di vario calibro e due fucili con matricola abrasa, Un "Flobert" ad aria compressa ed un monocanna a percussione. Le armi con ogni probabilità venivano utilizzate dal 43enne per la caccia di frodo. 

Vista la legislazione in materia di armi, i carabinieri non hanno potuto far altro che arrestare l'operaio e trasferirlo in carcere, a Brescia. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E abbiamo degli assassini ai domiciliari!!!!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Smog, il blocco auto continua: decine di controlli, attenzione alle multe

  • Cronaca

    Linea ferroviaria Brescia-Montichiari: si parte per davvero

  • Cronaca

    Un bresciano protagonista a "MasterChef Pizza"

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 22 al 24 febbraio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Muore a 19 anni dopo una notte in discoteca: gravissima la sua amica

  • Figlia morta nel sonno a 18 anni, Tramonte non potrà partecipare ai funerali

  • Panico in paese: mezza nuda in mezzo alla strada se la prende coi soccorritori

  • Le regala una casa, la Porsche e tanti gioielli: botte e minacce dopo la fine della storia

  • Drammatico frontale contro un tir mentre rientra dal lavoro, 21enne muore sul colpo

  • Apre nuovo supermercato: in cambio arrivano una ciclabile e un parco di 8.000 mq

Torna su
BresciaToday è in caricamento