Nel termoutilizzatore 2 tonnellate di cocaina: in fumo 673 milioni di euro

Scortata da 40 uomini, e un elicottero, la droga è arrivata da Genova, dove pochi giorni fa è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza.

Un rifiuto davvero "speciale", non pericoloso per l'ambiente ma altamente pericoloso per chi lo assume. Nella mattinata di ieri il termoutilizzatore cittadino ha bruciato un prodotto molto diverso dai soliti rifiuti: cocaina. L'inceneritore di Brescia è stato scelto dalla Guardia di Finanza di Genova per smaltire il frutto di una maxi operazione antidroga che qualche giorno fa ha portato al sequestro di 2.103 chilogrammi di cocaina. La notizia è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

La droga è stata trovata a bordo di una nave, utilizzata da una banda di trafficanti per il trasporto tra la Colombia e la Spagna. Dopo la scoperta, gli uomini del tenente colonnello Mario Leone Piccinni, comandante della di Finanza di Genova che ha condotto l'operazione, hanno prelevato la droga e l'hanno sostituita con un carico di sale, per poi far proseguire il viaggio al container dove era stipata, e consentire così l'arresto degli uomini che attendevano il carico a Barcellona. 

Data la grossa quantità di stupefacente, la struttura più adatta per la sua distruzione è  stata individuata nel termoutilizzatore di A2A. Dato il valore della cocaina - 673 milioni di euro - e i possibili "appetiti" della criminalità organizzata, si è resa indispensabile una maxi-scorta di 40 uomini. Dal cielo, un elicottero ha monitorato tutto il viaggio della droga, da Genova a Brescia. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • incentivo x la salute dei bresciani....tutti fatti....ARIA...

  • Il fatto che da Genova sia stata portata a Brescia la dice lunga. Non c'erano inceneritori più vicini. Ecco spiegato perché da tutta Italia, arriva mxxda al nostro inceneritore....in questo caso non dannosa per l'ambiente (e per i Bresciani) ma non é sempre così. Si parla troppo poco dell'inceneritore e però si accusa sempre qualcun altro... fabbriche, automobili...e così ci dimentichiamo del punto più delicato di Brescia.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio in azienda, danni milionari: a rischio più di 100 posti di lavoro

  • Eventi

    Travagliato: Festival delle Mongolfiere

  • Incidenti stradali

    Morto sulla strada alla vigilia di Pasqua: tutto il paese piange il giovane Davide

  • Cronaca

    Allarme ambientale dopo il rogo dei rifiuti: vietato raccogliere frutta e verdura

I più letti della settimana

  • La vela si chiude, parapendio precipita a tutta velocità: morto sul colpo

  • Drammatico frontale tra auto, donna muore in un groviglio di lamiere

  • La terra trema nel Bresciano: scossa di terremoto nella notte

  • "Come un terremoto": tremano le case e la scuola, paura a San Bartolomeo

  • Una scomparsa improvvisa: addio a un giovane pizzaiolo

  • Terribile schianto all'alba, 5 feriti e traffico paralizzato: sul posto l'elisoccorso

Torna su
BresciaToday è in caricamento