La sorella di Manuela in tv: "Se qualcuno sa qualcosa per favore parli"

L'appello della donna al Tg5, rivolto a tutti coloro che hanno visto o parlato con Manuela prima della scomparsa

L'ex fidanzato - e convivente - non sa nulla (leggi la notizia), al pari dell'ex amante 48enne (sposato), che da un anno avrebbe interrotto la relazione (leggi la notizia). Dopo ormai due settimane dalla scomparsa di Manuela Bailo, rimane fitto il mistero attorno alla vicenda, sempre più presente nei media nazionali. 

L'ultimo appello lanciato è quello della sorella di Manela, Arianna, intervenuta con un messaggio all'edizione delle 20 del tg di Canale 5: «Se qualcuno la vedesse per favore chiami immediatamente il 112. E a tutti coloro che la conoscono o che hanno avuto contatti con lei recentemente: se qualcuno sa qualcosa per favore parli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, è emerso un particolare in merito alla posizione dell'ex. L'uomo, che non è mai stato indagato, è stato sentito dagli inquirenti, che avrebbero riscontrato una contusione alle costole patita proprio nei giorni della scomparsa della donna. Il 48enne avrebbe detto di essersi provocato la contusione con una caduta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale: Giulia e Claudia uccise dalla sbandata improvvisa di un'Audi

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

  • Va a fare la spesa, viene travolta sulle strisce: donna in fin di vita

Torna su
BresciaToday è in caricamento