Giovane mamma scomparsa, il giallo dell’ultima telefonata: "Mi sento male"

Continuano le ricerche di Sara Capoferri, scomparsa dalla notte di martedì: proprio quella sera l'ultima telefonata ad un amico. La sua auto è stata trovata bruciata nelle campagne di Berlingo

Da qui, da Berlingo e dintorni, sono cominciate le ricerche, concentrate soprattutto sul vicino “laghetto dei cigni”: nessuna traccia, l'acqua (profonda al massimo una ventina di metri) è stata scandagliata da cima a fondo.

Le ricerche sono proseguite a lungo, impegnando unità cinofile, l'elicottero dei carabinieri, il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco. Niente da fare. Sono state setacciate le strade sterrate, le campagne, i fossi e i canali di tutta la zona, e in tre diversi Comuni, anche a Lograto e Maclodio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma di Sara Capoferri ancora nessuna traccia. L'appello disperato è stato rinnovato anche dai suoi genitori, che ancora chiedono, a chiunque sappia qualcosa, di farsi avanti e raccontare. Le fotografie della figlia vengono condivise migliaia di volte su Facebook, nella speranza che si possa sapere qualcosa di più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

Torna su
BresciaToday è in caricamento