Giovane mamma scomparsa, il giallo dell’ultima telefonata: "Mi sento male"

Continuano le ricerche di Sara Capoferri, scomparsa dalla notte di martedì: proprio quella sera l'ultima telefonata ad un amico. La sua auto è stata trovata bruciata nelle campagne di Berlingo

Da qui, da Berlingo e dintorni, sono cominciate le ricerche, concentrate soprattutto sul vicino “laghetto dei cigni”: nessuna traccia, l'acqua (profonda al massimo una ventina di metri) è stata scandagliata da cima a fondo.

Le ricerche sono proseguite a lungo, impegnando unità cinofile, l'elicottero dei carabinieri, il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco. Niente da fare. Sono state setacciate le strade sterrate, le campagne, i fossi e i canali di tutta la zona, e in tre diversi Comuni, anche a Lograto e Maclodio.

Ma di Sara Capoferri ancora nessuna traccia. L'appello disperato è stato rinnovato anche dai suoi genitori, che ancora chiedono, a chiunque sappia qualcosa, di farsi avanti e raccontare. Le fotografie della figlia vengono condivise migliaia di volte su Facebook, nella speranza che si possa sapere qualcosa di più.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento