Far West in paese: pestato due volte, schizzi di sangue sulle vetrine

Ad avere la peggio un 35enne marocchino ricoverato in gravi condizioni in ospedale. Aggredito e picchiato da due bresciani. Ferita anche una quarta persona

Il bar Globulo, dove è scoppiata la rissa alle 12.30

Scene davvero mai viste in paese, almeno a memoria d’uomo: un pestaggio violento, due contro uno, sangue sulle vetrine di bar e negozi, una fuga rocambolesca in Mercedes che si è conclusa contro un guardrail. Mattinata da incubo giovedì a Rovato, tutto in meno di un’ora poco dopo mezzogiorno: quattro le persone coinvolte, i protagonisti sono già indagati dai carabinieri. E tre di questi ancora in ospedale.

Violenza inaudita

La furia inarrestabile di due giovani bresciani, di 34 e 36 anni e residenti a Cazzago San Martino, verso mezzogiorno in Via Spalenza, tra il Bar Globulo e il macello comunale, si è scatenata nei confronti di un marocchino di 35 anni, che è stato addirittura gettato nel canale. Per difenderlo è intervenuto un suo coetaneo, e connazionale, anche lui aggredito: i due bresciani gli hanno pure sfondato il lunotto dell’auto.

Dopo aver rischiato di annegare, il 35enne è riuscito a risalire dalla seriola e a scappare a piedi. I due l’hanno inseguito, attraversando il parcheggio della sala giochi e del supermercato, fino ad arrivare ai tavolini esterni di un altro bar. Testimoni raccontano di aver visto il marocchino in un bagno di sangue, improvvisamente accasciarsi a terra, aggrappato a una sedia.

Sangue sulle vetrine

Raggiunto da due inseguitori, tra le grida dei clienti presenti, è stato picchiato ancora con violenza, con spranghe e bastoni. Tra i presenti c’è chi dice di aver visto gli schizzi di sangue finire su vetrine e pareti. Dopo la furia, la fuga: i due bresciani sono saliti in auto e hanno provato a scappare.

Non troppo lontano infatti si stavano già avvicinando i carabinieri, a sirene spiegate. Una fuga di poche centinaia di metri: non appena imboccata la rotatoria di Via Primo Maggio, la Mercedes dei due bresciani si è schiantata contro il guardrail. E i due sono stati raggiunti e fermati dai militari. Tutti e quattro sono finiti in ospedale, un italiano già dimesso e gli altri tre ancora ricoverati. E’ in gravi condizioni il 35enne vittima del doppio violento pestaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento