Ragazzo ubriaco punta la pistola contro i carabinieri: “Adesso vi sistemo io”

E’ stato arrestato il 34enne di Roè Volciano che domenica sera ha puntato una pistola (anche se scacciacani) contro i carabinieri intervenuti

Ubriaco, punta una pistola contro i carabinieri intervenuti: “Adesso vi sistemo io”. E’ stato immobilizzato, disarmato e arrestato il 34enne bresciano che domenica sera ha aggredito e minacciato i militari che erano stati chiamati solo poco prima dalla compagna. Tutto è successo in pochi minuti, nell’abitazione che il giovane condivide con la sua donna, a Roè Volciano.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo radiomobile di Salò e della stazione di Vobarno: a chiamare il 112 la ragazza che era con lui, preoccupata per la sua incolumità visto lo stato di ebbrezza incontrollato del compagno.

Pistola in pugno: “Adesso vi sistemo io”

Quando i militari sono arrivati a casa, lui non ha opposto resistenza: stava raccogliendo le sue cose per andare in caserma ed essere identificato. Ma improvvisamente ha estratto una pistola, che poi risulterà essere una scacciacani senza il tappo rosso, e l’ha puntata dritta ai carabinieri. Ripetendo, appunto, “adesso vi sistemo io”.

Attimi di altissima tensione, anche se con l’esperienza e il sangue freddo il 34enne è stato disarmato. E’ stato arrestato con l’accusa di minacce e resistenza a pubblico ufficiale aggravata: l’arresto è stato convalidato, giudicato per direttissima e già condannato a quattro mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento