Allevamento degli orrori: mucche morte nella stalla, scarafaggi nelle cisterne del latte

Blitz dei carabinieri forestali di Brescia in un allevamento del Cremonese: sequestrati 20 bovini e disposto il fermo per altri 380

Colonia di scarafaggi (foto d'archivio)

Allevamento degli orrori smascherato dai carabinieri forestali di Brescia, in campo solo pochi giorni fa a Robecco d'Oglio, comune del Cremonese al confine con la nostra provincia. 

Molti bovini erano malati e mai sottoposti alle cure necessarie: vivevano immersi nei loro escrementi ed erano tenuti in alcuni box insieme alle carcasse di animali morti e in avanzato stato di decomposizione. Questo è quanto hanno trovato i militari una volta entrati nella struttura. Ma non è tutto: i locali adibiti alla conservazione delle cisterne del latte raccolto erano invasi dagli scarafaggi.

Il blitz nello stabilimento, dove venivano allevati circa 400 bovini, è scattato grazie a una segnalazione per maltrattamento di animali inoltrata dall'associazione animalista Lav (Lega anti vivisezione). 

Venti vacche da latte sono state sequestrate, mentre per le altre 380 è scattato il fermo sanitario e l’affido al Sindaco di Robecco d'Oglio. Le ipotesi di reato per i due titolari dell’allevamento sono: maltrattamento e abbandono di animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento