Cemento sul Lago d'Iseo: lotta per salvare il castello di Zorzino

Legambiente Basso Sebino in campo per salvare il castello di Zorzino a Riva di Solto, sul lago d'Iseo. Già circondato da ville e appartamenti, è in arrivo un nuovo edificio alto 7 metri

Una lettera (e un ricorso) al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per salvare il castello di Zorzino, a Riva di Solto, sulla sponda occidentale del lago d’Iseo. Inviata dal circolo di Legambiente del Basso Sebino per denunciare la situazione ‘critica’ in cui versa l’antico maniero, letteralmente assediato dal cemento degli ultimi decenni.

Appartamenti e villette a distanza assai ravvicinata, e un nuovo edificio residenziale in arrivo: una villa da due piani e oltre 7 metri d’altezza, con piscina, autorimessa e strada privata d’accesso. Un altro ‘mattone’ che andrebbe ad aggiungersi alle numerosissime costruzioni già esistenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ennesimo “scempio urbanistico”, come spiega anche Dario Balotta, e che andrebbe a rovinare definitivamente l’antica identità del castello e della sua torre, unico e vero “elemento generatore” del nucleo storico della frazione di Zorzino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Quattro mesi di lotta contro il Coronavirus: è morto il dottor Fiorlorenzo Azzola

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Scontro mortale in autostrada: decedute due sorelle bresciane

  • Bambina scomparsa nel nulla a Serle: condannata l'educatrice

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

Torna su
BresciaToday è in caricamento