Pestato a sangue in strada, poi la rissa continua al centro commerciale

Botte da orbi (e per futili motivi) tra la stazione ferroviaria e il piazzale del Freccia Rossa: coinvolti quattro nigeriani, l'intervento della Polizia di Stato

Foto d'archivio

Doppia zuffa tra la stazione ferroviaria e il piazzale del centro commerciale Freccia Rossa: quattro giovani nigeriani se le sono date di santa ragione, e due di loro sono stati medicati in ospedale. Per sedare la rissa si è reso necessario un doppio intervento delle forze dell'ordine: nel primo caso infatti in tre erano riusciti a fuggire, lasciando sul posto (in stazione) un ferito di 33 anni che è stato poi accompagnato in ospedale, in codice verde alla clinica Sant'Anna.

L'ennesimo episodio di degrado che ha lasciato attoniti i numerosi pendolari in arrivo o in partenza proprio in quel momento, intorno alle 18 di domenica. Pare che i quattro abbiano cominciato a picchiarsi senza motivo: sulla dinamica dell'accaduto stanno però ancora indagando gli agenti della Polizia di Stato.

Dopo le botte in stazione, in tre sono riusciti a fuggire non appena si sono accorti dell'arrivo delle forze dell'ordine. Sono scappati lungo Via Togni, ma si sono incontrati di nuovo in Viale Italia: qui è andato in scena il secondo atto della zuffa interrotta solo pochi minuti prima.

Lunghi attimi di ulteriore violenza, prima del secondo intervento degli uomini della Questura, che stavolta sono riusciti a fermare e a identificare i tre nigeriani rimasti. Saranno probabilmente tutti denunciati. Un secondo ferito è stato poi medicato in ospedale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Ci sono zone in Italia dove i maiali non hanno da mangiare, perché non procurargli carne fresca?

  • Ma a Brescia non ci sono più alberi?

  • Denunciati? Ma porca p.! Rimpatriare al volo a calci in culo!

  • Fuori tutti dalle balle! In Niger non c’è guerra e quindi non sono profughi ma bastardi spacciatori

  • bisogna darli un lezione a questi nigeriani...

    • Avatar anonimo di Marco
      Marco

      In classe insieme a te però. Vedrai imparerai anche tu qualcosa insieme ai nigeriani.

      • Per fortuna abbiamo il Prof. Marco sempre attento agli "errori" che commettiamo. E’ giusto, siamo Italiani e dobbiamo saper scrivere correttamente... peccato che il più delle volte il sistema messo a disposizione da BT si mangi le lettere!!! Però, personalmente, l’errore di dare più importanza ad una “g” mancante rispetto a quanto fatto da uno schifoso nigeriano, lo trovo più grave (personalmente). Ovviamente nella "discussione" c'è spazio per tutti e il fatto di correggerci a vicenda non può che essere positivo e costruttivo!!!

  • Ennesimo esempio di cosa, di buono, sappia fare questa gente. In Italia solo ed esclusivamente per delinquere.

  • Dovevano lasciarli fare... e senza chiamare polizia e ambulanza...

    • Avatar anonimo di Alex mariani
      Alex mariani

      Aaaahhhh aaahh aahhh vecchia scuola !!!!  

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso dalla malattia: morte sospetta, ma è escluso il morbo della "mucca pazza"

  • Cronaca

    Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

  • Cronaca

    Improvviso malore, morto l'imprenditore Vigo Nulli

  • Cronaca

    Rapina in casa da incubo: imprenditore minacciato con taser e martello

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Tangenziale Sud: in tre settimane più di ottomila multe con il nuovo "tutor"

Torna su
BresciaToday è in caricamento