Scoppia una lite al parco, uomo semina il panico armato di machete

Botte, insulti e pure un machete: violenta rissa al Parco Zarz tra Via Fabio Filzi e Via Altipiano d'Asiago, interviene la Polizia di Stato

Armato di machete avrebbe preso a mazzate i finestrini e la portiera di un furgone: è questo l'epilogo della violenta lite, in scena al Parco Zarz tra Via Fabio Filzi e Via Altipiano d'Asiago, a cui avrebbero assistito anche diversi residenti. Alcuni di questi avrebbero anche filmato l'accaduto con il proprio smartphone: immagini e video potrebbero tornare utili alle indagini della Polizia di Stato.

Tutto sarebbe successo in pochi minuti: una zuffa in mezzo al parco, in cui sarebbero coinvolti diversi soggetti, tutti di nazionalità indiana e pakistana. Tra questi anche un giovane armato di machete, che avrebbe utilizzato a destra e a manca nella zuffa. Fino ad arrivare a colpire la portiera del furgone che poi si è dato alla fuga.

In fuga con il machete

Ma quel machete potrebbe aver ferito anche un'altra persona: un giovane che si è presentato al pronto soccorso, con ferite da arma da taglio. Sono elementi ancora vaghi, ma che tutti insieme vanno a comporre un quadro più consistente. Le indagini sono affidate alla Polizia di Stato: proprio gli agenti della Questura sono intervenuti al Parco Zarz, alle prime segnalazioni, evitando che la situazione potesse degenerare. All'arrivo degli agenti però, tutti i rissosi si sono dati alla fuga. Anche chi aveva il machete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • "Come un fiore, hai perso i tuoi petali": l'ultimo saluto al piccolo Daniele

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

Torna su
BresciaToday è in caricamento