Scoppia una rissa in carcere, tre agenti finiscono in ospedale

Il violento litigio durante le ore delle lezioni scolastiche: per separare i detenuti tre agenti hanno riportato ferite serie.

La scintilla è scoccata lungo il corridoio del carcere durante le ore di lezione. Non stiamo però parlando di colpo di fulmine ma della rissa tra due detenuti dell'istituto di pena di Verziano. Protagonisti della violenta colluttazione avvenuta alle 11 di ieri, venerdì 19 gennaio, un detenuto italiano ed uno straniero.  

Scattato l'allarme, i tre agenti più vicini al luogo della colluttazione sono prontamente intervenuti per separare i contendenti. Data l'animosità dei due, i tre poliziotti carcerari - due donne e un uomo - hanno faticato terribilmente per sedare la rissa, e ne hanno pagato a caro prezzo le conseguenze. 

I tre agenti hanno riportato contusioni agli arti e diverse escoriazioni tali per cui è stato necessario trasportarli al pronto soccorso della Poliambulanza. Paradossalmente sono state meno gravi le ferite dei detenuti, medicati nell’infermeria del penitenziario. Le cause del litigio non sono state ad ora diffuse. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Dona 6,6 milioni di euro: il gesto d'amore per il nuovo polo oncologico

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

Torna su
BresciaToday è in caricamento