Botte e coltelli in pieno centro: si picchiano in 20 tra la piazza e il parco

Maxi-rissa in pieno centro, sabato sera tra Piazza Vittoria e Corso Magenta: forse erano più di 20, indagano i carabinieri

Foto d'archivio

Erano probabilmente più di venti, tutti insieme, i giovanissimi che sabato sera hanno scatenato la maxi-rissa che da Piazza Vittoria è proseguita poi verso il parco del conservatorio di Corso Magenta. Non risultano feriti, né tanto meno ci sono delle denunce: le indagini dei carabinieri proseguono sulla scorta delle testimonianze e delle tracce lasciate dai due gruppi che si sono scontrati.

La maxi-rissa si sarebbe scatenata tra le 19 e le 19.30, in pieno centro e a più riprese. A far scattare l'allarme generale l'arrivo di un giovane con il volto coperto di sangue, entrato in un locale di Corso Magenta all'ora dell'happy hour, e cioè quando il bar era pieno di gente: sarebbe stato soccorso dalla titolare, per poi allontanarsi in compagnia di un amico. Di lui non si è saputo più nulla.

Indagini serrate, dicevamo. I venti e più giovanissimi – tutti minorenni, almeno così pare – si sarebbero scontrati dandosele di santa ragione, calci e pugni e pure il lancio di qualche oggetto contundente. Alcuni testimoni avrebbero raccontato di tirapugni in metallo, forse anche di un coltello. E pare che nella foga si siano lanciati addosso perfino delle biciclette.

I due gruppi sarebbero composti in gran parte di ragazzi di origine straniera. In particolare, da un lato alcuni giovani originari dell'Est Europa, dall'altro ragazzi a quanto pare magrebini. Sembra fossero marocchini anche i due che si sono presentati al bar di Corso Magenta, tra cui quello con il volto insanguinato.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento