Scontro tra auto, bimba ricoverata in prognosi riservata

La piccola viaggiava sul sedile posteriore in braccio alla nonna

Un'imprudenza costata carissima. Uno scontro nemmeno troppo violento, due auto ammaccate, i due conducenti medicati per ferite lievi: le conseguenze più gravi sono per una nonna e per la nipotina che teneva in braccio, sul sedile posteriore di un'utilitaria. L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 13 luglio, alle porte di Quinzano d'Oglio. 

Erano all'incirca le 18, su una Volkswagen Polo viaggiavano un 21enne, alla guida, una nonna e la nipotina, sul sedile posteriore, con la piccola di 13 mesi seduta in grembo alla donna e non, come da codice della strada, nell'apposito seggiolino. Giunta in via Ciocca, la Polo ha intrapreso la manovra per svoltare a sinistra quando si è scontrata con un'Audi A3 condotta da un 25enne di Orzinuovi che proveniva dal senso di marcia opposto. 

Ad avere la peggio è stata la Polo, colpita sullo spigolo anteriore sinistro, è stata sbalzata indietro di qualche metro, si è fermata contro il guardrail. Feriti solo in maniera lieve i due conducenti (sono stati medicati presso l'ospedale di Manerbio), le conseguenze più gravi sono state per la nonna e la bimba. Soccorse dall'eliambulanza, le due sono state trasportate al Civile: la piccola è ricoverata in terapia intensiva pediatrica, la prognosi è riservata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento