Bocconi avvelenati, strage di cani: ne muoiono tre in pochi giorni

L'allarme lanciato su Facebook: almeno tre cani sono morti negli ultimi giorni a Provaglio d'Iseo per i bocconi avvelenati. Massima allerta nelle zone di Sergnana e Badia

Foto d'archivio

“Volevo avvisare la gente e ringraziare quel bastardo che ha messo i bocconi avvelenati in zona Sergnana. Ha fatto morire il mio cane nonostante le cure della clinica. Spero ti torni tutto indietro, con gli interessi”.

Lo scrive Jessica sulla pagina Facebook “Sei di Provaglio, Provezze e Fantecolo se”, il gruppo dove per primo è stato lanciato l'allarme di pericolo per i bocconi avvelenati in collina. La zona interessata sarebbe appunto la Sergnana, insieme alla Badia: due territori “ricchi” di tratti pedonali immersi la natura, e dove appunto sono in tanti quelli che non perdono occasione per portare a passeggio i propri cani.

Adesso la situazione è cambiata: su Facebook e non solo viene ribadita la massima allerta. Della situazione sarebbero già state allertate anche le forze dell'ordine. Chiunque venisse beccato a “impestare” strade e sentieri con esche e bocconi avvelenati rischia una pena esemplare.

E in zona ci sarebbe già un altro decesso: “Anche nel monte dietro la Badia – scrive infatti Natalia – sabato mattina stessa sorte per il nostro cane”. La conta dei morti non finisce qui, anche al di fuori delle strade pubbliche.

“A noi i bocconi avvelenati li hanno buttati in giardino, di notte – racconta Paolina – Il nostro Zeus ci ha lasciato perché li ha mangiati, il veterinario (chiamato subito) non ha potuto fare nulla, era gravissimo. Bastardi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento