Arrivati nel bresciano 44 profughi provenienti da Lampedusa

La maggior parte degli stranieri (circa 30) sono stati destinati presso alcuni appartamenti del villaggio "Miò", a Pisogne, una struttura privata attualmente non abitata situata in Val Palot.

Da Genova sono arrivati nella serata di ieri 44 profughi provenienti da Lampedusa. In origine dovevano essere ben 75 ma dopo un controllo sul territorio, il numero è stato ridotto per adeguarlo alle strutture ricettive disponibili.

La maggior parte degli stranieri (circa 30) sono stati destinati presso alcuni appartamenti del villaggio "Miò", a Pisogne, una struttura privata attualmente non abitata situata in Val Palot. Altri sono stati accolti a Breno, presso Casa Giona, mentre i restanti sono attualmente in un albergo in periferia di Brescia.  

Giovedì è atteso in città il funzionario del Dipartimento regionale di Protezione civile che incontrerà i sindaci bresciani per verificare l’eventuale possibilità di reperire ulteriori disponibilità ad accogliere profughi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento