La lite degenera: accoltella l'amico al ventre poi scappa

Prima il diverbio, sempre più acceso, tanto da spaventare i residenti e le persone di passaggio, poi il fendente e la fuga. Il feritore è stato arrestato

È regolare sul territorio italiano, ma nel suo passato ci sono precedenti legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. È un tunisino di 42 anni, residente a Pontoglio, il responsabile del grave accoltellamento avvenuto nella serata di venerdì intorno alle 22:10 in largo Armando Diaz. La vittima un connazionale di 38 anni, M.G. le sue iniziali. 

La lite e il successivo accoltellamento sono avvenuti sotto i portici della piazza, non distanti da altre persone. Dopo aver ferito il connazionale, il 42enne è scappato a piedi lungo le vie del paese. Le indagini, rapide ed efficaci, di Polizia locale e carabinieri hanno consentito l'arresto dell'aggressore, rintracciato un'ora dopo la lite nella sua abitazione, dove è stato rinvenuto il coltello insanguinato. 

Nel frattempo il 38enne ferito al ventre è stato soccorso e trasportato con l'eliambulanza in gravi condizioni all'ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, dove è tutt'ora ricoverato. Ancora da chiarire i motivi del litigio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento